Home » Web

Accade in Italia: Blogger condannato per reato di stampa clandestina

31 maggio 2011 | Autore:

Un blog aperto e disponibile alla lettura di tutti può essere accusato di “stampa clandestina“? In Italia a quanto pare può accadere anche questo, infatti la Corte di Appello di Catania ha confermato la condanna per “stampa clandestina” allo storico siciliano Carlo Ruta, colpevole di non aver registrato il blog “Accade in Sicilia” come testata giornalistica.

Accade in Sicilia” era stato chiuso nel dicembre del 2004 ed era un sito web di documentazione storica e sociale, in sostanza un normalissimo blog, di cui peraltro era stata comprovata dalla polizia postale di Catania la non periodicità regolare.

Fig. Giovanni Spampinato

L’incredibile sentenza penale era stata emessa dopo la denuncia del magistrato Agostino Fera che aveva fatto chiudere il sito web nel 2004. La storia che aveva offeso il magistrato ragusano è quella del delitto di Giovanni Spampinato, il giornalista dell’Ora e dell’Unità ucciso nel 1972 (è ricordato anche dal Freedom Forum Journalists Memorial) da Roberto Campria: fu lui stesso a confessare il delitto, costituendosi sporco di sangue e con la pistola ancora in pugno, ma i mandanti rimangono oscuri ancora oggi. Campria è figlio di Saverio Campria, il magistrato che allora presiedeva il Tribunale di Ragusa, e che all’epoca dei fatti era il capo diretto di Fera.

Dunque per tutelare l’onorabilità di una persona sono ricorsi alla contestazione di tutt’altra tipologia di reato. Con questa sentenza, infatti, un blog aggiornato senza alcuna regolarità periodica è stato equiparato di fatto ad un quotidiano cartaceo, condizione che a questo punto può valere per la maggior parte dei blog.

Giuseppe Arnone, legale di Carlo Ruta, ha annunciato che non lasceranno cadere il reato in prescrizione e ricorreranno in Cassazione contro una sentenza “gravemente illiberale in quanto non tiene in considerazione i principi che garantiscono la libertà di stampa e d’informazione: elementi essenziali della democrazia“.

, , ,

One Comment »

  • www.blog-news.it said:

    Il blog “Accade in Sicilia” è stampa clandestina anche in appello …

    Un blog aperto e disponibile alla lettura di tutti può essere accusato di “stampa clandestina“? Penso che la maggior parte delle persone che hanno letto almeno una volta un blog risponderanno no alla mia domanda, ma in Italia a quanto pare può accadere…

Leave your response!

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.